faustogiaccone

Portogallo, agosto 1975

Lisbona, agosto 1975
La città era in preda ad una febbre pre-rivoluzionaria. Folle di donne, uomini, soldati, marinai, operai dei cantieri navali, studenti, giovani rivoluzionari arrivati da tutta Europa la attraversavano in cortei senza fine. A questi si aggiungeva una gran quantità di giornalisti e fotoreporter di tutto il mondo, per seguire quello che si preannunciava come l'avvenimento più importante di quell’estate: la rivoluzione, finalmente. 
In questo clima, alla ricerca di una forma più personale di raccontare quello che succedeva nel Paese, decisi di andare a conoscere la situazione nelle campagne al di là del Tejo, tra Ribatejo e Alentejo, dove da mesi i braccianti avevano iniziato ad occupare i latifondi incolti, dando vita a cooperative agricole. Là era la Riforma Agraria in pieno svolgimento. Ne visitai diverse, poi la mia attenzione si concentrò sul villaggio di Couço, nel Ribatejo, a circa 150 km dalla capitale.
Sono sicuro che in questa mia ricerca ero agito da fascinazioni intense come fossero memorie delle occupazioni delle terre avvenute nel nostro meridione, e in Sicilia in particolare, nel primo dopoguerra.

- - -

Lisbon, August 1975
The city was in full pre-revolutionary frenzy, with throngs of women, men, soldiers, sailors, shipyard workers’, students and young revolutionaries from all over Europe joined together in seemingly unending marches everywhere. 
Among them was a good amount of correspondents and photojournalists summoned worldwide to follow what was to be the major event of that summer: at last, the Portuguese revolution.
On this backdrop, and searching for a more personal way to tell what was going on in the country, I decided to understand first hand the situation by moving beyond the river Tejo, between Ribatejo and Alentejo, where farm laborers had since months taken to cultivate the latifundia idle land and organizing themselves in Agricultural cooperatives. That was where the Agrarian Reform was truly happening. After visiting several places, my attention focused on the village of Couço, in the Ribatejo, approximately 150 km from Lisbon.
In retrospect, I’m sure I was led in my research by a fascination as strong as can be memory over the post-war land claiming and occupation in Southern Italy, especially Sicily.

more: Diario_08.2005.pdf

Portogallo, agosto 1975
10 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
11 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
12 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
13 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
14 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
15 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
16 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
17 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
18 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
19 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
20 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
21 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
22 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
23 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
24 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
25 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
26 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
27 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
28 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
29 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
30 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
31 / 32 enlarge slideshow
Portogallo, agosto 1975
32 / 32 enlarge slideshow
loading